Newsletter



Leggi le note sul trattamento dei dati personali secondo le leggi in vigore sulla privacy.

Assistenza tecnica

Chiama il servizio di assistenza per avere informazioni su come diventare partner o come acquistare servizi.


Diventa partner Ufficio Camerale

Entra a far parte del mondo Ufficio Camerale, scegli la tipologia di affiliazione e scopri i vantaggi per te ed i tuoi clienti.


FAQ

Hai domande sui sistemi Ufficio Camerale? Hai bisogno di supporto? Scopri le FAQ!


Altravia eroga i servizi forniti da:

Infocert Business Partner
CCIAA di Roma

Agenzia del Territorio Consiglio Nazionale delle Ricerche

I loghi utilizzati sono di proprietà delle rispettive società.

Cerca un prodotto

Faq


Di seguito una serie di domande e risposte che possono esserVi utili per il Vostro lavoro e i Vostri clienti.

Come si può annullare l`acquisto di una firma digitale?

Per annullare l'acquisto di una firma digitale occorre inviare una raccomandata contenente la lettera di disdetta unitamente al modulo di riconoscimento che è arrivato via email (anche senza firma autenticata) e ad una copia di un documento di riconoscimento valido.

La raccomandata dovrà essere spedita a:

Altravia Srl

Ufficio Firma Digitale

Piazza S. Giovanni Decollato, 6

05100 Terni

 

Quando scadono le marche temporali?

Le marche temporali non hanno scadenza

A cosa serve autenticare la firma durante l`acquisto di una firma digitale?

Le autentiche di firma servono a comprovare che la firma è stata apposta dal dichiarante in presenza del pubblico ufficiale incaricato all'autentica.
La firma può essere autenticata in qualsiasi Comune, non necessariamente in quello di residenza.
L'autentica di firma può essere redatta anche da un notaio - cancelliere - segretario comunale.
Presso l'Ufficio Autentiche dei Servizi Demografici può essere autenticata la firma su dichiarazioni di stati o fatti di cui la persona è a conoscenza se richieste da privati.
Le stesse dichiarazioni rivolte a Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblico servizio non richiedono più l'autentica di firma, in questo caso è possibile apporre la propria firma direttamente dinanzi all'impiegato addetto a ricevere la documentazione oppure inviarla via posta o fax con allegata la fotocopia di documento di identità valido.
E' inoltre possibile autenticare la firma anche su deleghe per la riscossione della pensione o dei ratei di pensione maturati e non riscossi anche se rivolte a Pubblica Amministrazione.

SERVIZIO A DOMICILIO PER PERSONE NON DEAMBULANTI
Il cittadino che per gravi motivi (invalidità) è impossibilitato a presentarsi personalmente allo sportello può richiedere il servizio a domicilio, effettuato solitamente il giovedì mattino, previa presentazione della certificazione medica attestante che il soggetto è impossibilitato a muoversi.

DOCUMENTI DA PRESENTARE
1. documento di riconoscimento valido

CONTRIBUZIONE
L'autenticazione della firma è soggetta al pagamento dei diritti comunali e delle marche da bollo il cui importo varia in funzione dell'uso.
L'utente che intende ottenere l'autenticazione della firma in carta semplice deve indicare la norma di legge che lo esenta dal pagamento dell'imposta di bollo e l'autenticatore, verificata l'esistenza dell'esenzione, è tenuto ad applicarla indicandone gli estremi normativi sull'atto esentato.

TEMPI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO
Immediato.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
D.P.R. 28/12/2000, N. 445.

Cosa succede se perdo la user e password di un lotto di marche temporali?

La user e la password fornita, come indicato nell'apposita sezione devono essere cambiate prima dell'attivazione.

Nel caso il cliente cambi le password ma non ricordi quella che ha inserito è necessario contattare il Nostro Call Center dal Lunedì al Venerdì secondo gli orari indicati. Dopo la verifica sull'utente sarete ricontattati per ricevere i nuovi parametri di accesso.

Come posso trovare la Pec di una società?

La comunicazione della pec é obbligatoria, tutte le società devono averla comunicata alla rispettiva Camera di Commercio. Per verificare la pec di una società basta quindi andare sul sito http://www.registroimprese.it . Se la vostra società non é in regola con tale obbligo é disponibile il servizio su http://comunica.partnerpec.itComunicazione della pec alla camera di commercio

Cos` è l`impronta di un documento?

L'impronta di un docuemnto è una sequenza di caratteri ottenuta applicando una funzione di calcolo, detta funzione di hash, al file.
Uno stesso file a cui è applicata la stessa funzione di hash genera sempre la medesima impronta. La stringa di output è univoca per ogni file e ne è un identificatore.
Esempio di impronta: 33ag16b450c7fc2e4d6ef87ac122ffebccf47abf4de5a7faed47fcc8dae398ac generata applicando la funzione di hash SHA-256.

Come si firma digitalmente un documento?

Per firmare digitalmente un documento occorre innanzitutto avere a disposizione un dispositivo di firma (smart card) con il certificato di sottoscrizione rilasciato da InfoCert ed un lettore di smart card. Inoltre bisogna aver provveduto ad installare sul proprio computer il sofware che permette al lettore di dialogare con il PC, quello che consente di leggere la smart card ed infine il software di firma DiKe (per queste operazioni si consiglia di seguire le istruzioni indicate nella sezione installazione).

Una volta concluse correttamente queste operazioni sarà possibile procedere con la firma del documento avviando DiKe con un doppio clic sull'icona presente sul desktop al termine dell'installazione del programma.

Firma digitale

Ho comprato le marche temporali ma ho problemi sulle password.

L'ente certificatore (es. Infocert spa) come policy di sicurezza può far scadere periodicamente le password delle marche temporali.
Se durante l’inserimento della user e della password all'interno del software utilizzato per la marcatura temporale (es. dike) riscontrate anomalie, effettuate un aggiornamento password al seguente link:

https://ncar.infocert.it/mnse.fw/servlet/mcambiopassword?mnse_locator_context=/ncar/

P.s.: A volte il software potrebbe essere configurato per lavorare off-line, per l'inserimento di un nuovo lotto di marche temporali ricordatevi sempre di verificare se state lavorando con il software connesso alla rete internet (prima opzione in alto nel menù a tendina)

 

Chi può richiedere la Smart Card?

I requisiti necessari per richiedere all'Ente Certificatore InfoCert un dispositivo di firma digitale sono:
• aver compito 18 anni;
• essere in possesso del codice fiscale;
• essere in possesso di un documento di identità in corso di validità.

Cosa è il certificato di autenticazione?

E' un certificato che può essere presente all'interno del dispositivo di firma (Smart Card o token USB), rilasciato dall'ente certificatore autorizzato. Nel certificato compaiono altre informazioni tra cui il Certificatore che lo ha emesso, il periodo di tempo in cui il certificato può essere utilizzato, ecc. Lo scopo di questo certificato è quello di firmare messaggi di posta elettronica (garanzia dell'identità del mittente); può anche essere usato per accedere a siti web (al posto di user/password). A questo certificato, al momento del rilascio, viene associato un indirizzo di posta elettronica in modo univoco, quindi il certificato potrà essere usato solo con quell'indirizzo.

Cosa è il certificato di sottoscrizione?

E' un certificato presente all'interno del dispositivo di firma (Smart Card o token USB), rilasciato dall'ente certificatore autorizzato. Esso è un insieme di informazioni atte a definire con certezza la corrispondenza tra il nome del soggetto certificato e la sua chiave pubblica. Nel certificato compaiono altre informazioni tra cui il Certificatore che lo ha emesso, il periodo di tempo in cui il certificato può essere utilizzato, ecc. Lo scopo di questo certificato è di dare il valore della "forma scritta" ai documenti informatici.

Come si fa a firmare digitalmente e a marcare temporalmente un documento?

Utilizzando il software Dike, distribuito gratuitamente da InfoCert. Dike consente di apporre e/o verificare una o più firme su qualunque tipo di file, nonché di marcarlo temporalmente, in conformità alle regole CNIPA.

Che cos`è la Marcatura Temporale?

La marcatura temporale di un documento informatico consiste nella generazione, da parte di una terza parte fidata, di una firma digitale del documento (anche aggiuntiva rispetto a quella del sottoscrittore) cui è associata l'informazione relativa ad una data e ad un'ora certa. La marcatura temporale consente quindi di stabilire l'esistenza di un documento informatico a partire da un certo istante temporale e di opporlo a terzi.
Il tempo, cui fanno riferimento le marche temporali è riferito al Tempo Universale Coordinato, ed è assicurato da un ricevitore radio sintonizzato con il segnale emesso dall'Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris.

Qual è il valore legale della Firma Digitale?

I presupposti giuridici che rendono possibili transazioni legali fatte grazie a queste tecnologie, si fondano soprattutto sull'articolo 15 comma 2 della legge 15 marzo 1997 n. 59, la cosiddetta "Bassanini 1", che recita:
"Gli atti, dati e documenti formati dalla pubblica amministrazione e dai privati con strumenti informatici o telematici, i contratti stipulati nelle medesime forme, nonché la loro archiviazione e trasmissione con strumenti informatici sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge...". L'attuale Codice dell'Amministrazione Digitale, D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 dispone inoltre, all'art. 21, comma 2, che "il documento informatico, sottoscritto con firma digitale o con un altro tipo di firma elettronica qualificata, ha l'efficacia [della forma scritta] prevista dall'articolo 2702 del codice civile. L'utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che sia data prova contraria".

Che cos`è la Firma Digitale?

La firma digitale è l'equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta.
La sua funzione è quella di attestare la validità, la veridicità e la paternità di un documento, come una lettera, un atto, un messaggio o, in generale, qualunque file di dati (testo, immagini, musica, ecc.). Come tale, non va confusa con altri oggetti omofoni definiti genericamente "elettronici", come ad esempio la firma autografa scannerizzata e conservata come immagine. La firma digitale è infatti il risultato di una procedura informatica basata su un sistema di codifica crittografica a chiavi asimmetriche (una pubblica e una privata), che consente:
• la sottoscrizione di un documento informatico;
• la verifica, da parte dei destinatari, dell'identità del soggetto firmatario;
• la sicurezza della provenienza del documento;
• la certezza che l'informazione contenuta nel documento non sia stata alterata.

Se voglio protegggere il marchio in tutto il mondo quanto costa?

Il costo che si affronta è solo per la ricerca e quindi per avere un preventivo, se il cliente dsidera proteggere tutte le estensioni i costi sono di varie migliaia di euro. Si consiglia però al cliente di fare una selezione dei domini stessi in funzione dei mercati di riferimento e dell'uteilizzo reale dei domini neio mercati di riferiemnto.

Spesso con meno di 100 domini si ha una copertura quasi mondiale del proprio marchio con un costo medio di circa 80,00 € / anno

Se la persona o la società che cerco non hanno protesti pago il servizio ugualmente?

Si, il servizio viene pagato ugualmente e viene fornita una prova di non presenza nel registro della camera di commercio.

 

Posso vendere il servizio di aste fallimentari ai miei clienti?

I servizi sono tutti vendibili anche ai clienti, la piataforma nasce proprio per i partner che vogliono vendere ai loro clienti il servizio.

Si mostra sempreun prezzo consigliato ma ogni società è libera di scegliere il proprio prezzo in funzione dei servizi accessori che eroga (evasione pratica, gestione cliente etc.)

 

Come posso leggere le mail PEC dal web?

Dal sito Legalmail si può accedere immediatamente alla webmail di Legalmail: con user-id (o nome completo casella) e password; con smartcard o business key, se questi strumenti sono stati associati alla user-id della casella. L'accesso via webmail non richiede alcuna configurazione; è però consigliato l'utilizzo di un browser internet recente, soprattutto qualora si intenda usare la funzione di firma e la crittografia dei messaggi. Si consiglia di controllare subito nella linguetta "opzioni" che l'impostazione standard della casella sia di proprio gradimento e di effettuare il cambio password.

Che cosa è la PEC?

La PEC (Posta Elettronica Certificata) rappresenta il corrispondente elettronico della Raccomandata A/R (raccomandata postale con ricevuta di ritorno).

In pratica si tratta di uno strumento basato sulla posta elettronica attraverso il quale, al mittente, viene fornita una prova legale dell'avvenuta consegna del proprio messaggio. La prova legale è rappresentata da una ricevuta elettronica nella quale è riportato l'istante temporale della consegna a destinazione.

 
 
  
Home | Note Legali | Codice Etico | Privacy | News | Impegno d'acquisto | FAQ | Normative | Contattaci

Altravia
Capofila del progetto
Ufficio Camerale
Partner ufficiale
Altravia InfoCert Business Partner
Mail Marketing
Software per l'invio
di newsletter professionali
Survey Atomic
Software per la creazione
di sondaggi on line.
Realgest
Software per la gestione dell'agenzia
e del pratimonio immobiliare

© 2012/2017 Copyright Altravia servizi srl - P.Iva: 12485671007 Altravia è Infocert Business Partner